Azucar y Sal, saggio-spettacolo di flamenco e danza mediorientale

azucar-y-salE’ tempo di andare in scena per le allieve dei corsi di flamenco di Francisca Berton e di danza orientale  di Perla Elias Nemer, che presso il Centro Danza il Cigno Bianco ha tenuto gli incontri del percorso speciale: Training the New Awalim.
Il 23 giugno al Teatro Italia è previsto Azucar y Sal, saggio-spettacolo di flamenco e danza mediorientale con musica dal vivo a cura dell’orchestra della compagnia Algeciras Flamenco.
Abbiamo chiesto alle due direttrici artistiche di raccontarci il significato di questo titolo, e l’idea dello spettacolo:
Azúcar y Sal. Il dolce e il salato. Ecco due sapori opposti che sono in grado di essere complementari e che hanno caratterizzato secoli, se non millenni di storia in tutta l’area mediterranea. Zucchero e sale, un tempo legati e armonizzati in gran parte della cucina, oggi ci sembra strano assaporarli insieme.
Azúcar è una parola spagnola che proviene dall’arabo classico, sukkar, e che nel periodo del Al-Andalus, in árabe-andalusí (dialetto frutto della convivenza tra il latino volgare tardivo e l’arabo), veniva detto assúkar.
Il sale è un condimento antichissimo, bene prezioso di scambio, protagonista del ‘salato’, conservante naturale, ma anche esaltatore di gusto ed ingrediente ‘segreto’ per ottimi dolci.
E’ proprio dalla convivenza e dal reciproco scambio che prende spunto il nostro spettacolo Azúcar y Sal. Abbiamo immaginato di mettere gli “opposti” insieme sul palcoscenico e fare riaffiorare la dolcezza, l’intensità, la malinconia, la vitalità, la sensualità, mantenendo l’identità propria attraverso la danza e rimandando alla moderna e personale rilettura delle autrici.
I “sapori” sono presenti nelle scelte musicali e coreografiche e per questo nuovo incontro, ci siamo lasciate trasportare attraverso le assonanze, le reciproche affinità e le differenze, cercando in ogni danza un lato dolce e uno salato e complementare, attingendo ciascuna dalla molteplicità depositata nel bacino mediterraneo di suoni e atmosfere proprie del flamenco e della danza mediorientale.”

Danzeranno le allieve dei corsi di Flamenco e di Danza Mediorientale 

Coreografie di FRANCISCA BERTON 
                          PERLA ELIAS NEMER
Chitarra SERGIO VARCASIA
Cajón e percussioni PAOLO MONALDI
Cante ANA RITA ROSARILLO
Violino CLAUDIO MERICO
Percussioni arabe SIMONE PULVANO
Violino ANGELA FODDANU
Palmas FRANCISCA BERTON
Canto PERLA ELIAS NEMER

Costumi di Daniela Catone
Realizzazione: “Caprichos de colores”

Il saggio-spettacolo Azucar y Sal andrà in scena al Teatro Italia in Via Bari 18 a Roma venerdì 23 giugno 2017 alle ore 21.
L’ingresso è libero solo su invito.

Per info e prenotazioni: www.algecirasflamenco.com