Eleonora Galante

Eleonora-Galante

Eleonora Galante

Eleonora Galante inizia lo studio della propedeutica nel 1988, sotto la guida della madre Angiola Elsa Saraceni, direttrice della scuola Histon Ballet di Vasto (Ch). A questa disciplina affianca lo studio del violino e del pianoforte, del tip-tap con Hazol Moore, del modern-jazz con Nicoletta Damiani e del flamenco con Alessia Demofonti. Con il gruppo di giovani danzatori della Histon Ballet si esibisce in numerose manifestazioni nel territorio abruzzese, come ad esempio nel 1996 danzando con la compagnia di flamenco” la Ventana” di Roma.

Nel 2005  trasferitasi a Roma vince la borsa di studio per il corso di avviamento professionale della Renato Greco Dance School  studiando con: Antonio di Vaio, Andrej Fedotov, Maria Grazia Santucci, Victor Litvinov, Marco Realino, Lia Calizza , Tiziana Carano, Federica Fazioli, Maria Teresa Dal Medico, Renato Greco, Paola Scoppettuolo , Stefano Arditi e Giovanni Vacca. Nel 2007  si diploma come danzatrice professionista e danza con la Renato Greco Dance Company.

Interessata ad un diverso linguaggio artistico, nel 2006 si avvicina anche allo studio del contemporaneo con il triennio di formazione professionale di Cristina Menconi e  successivamente vince borse di studio di Marco Realino , CRDL Compagnia di  Mvula Sungani e segue il corso di perfezionamento con  Dino Verga e Michele Pogliani. Dal 2008 collabora con la coreografa Ilaria Sacchetta  nel territorio abruzzese presentando anche sue coreografie. Nell’estate dello stesso anno si perfeziona alla Rambert Dance School di Londra e  inizia il suo percorso dedicato principalmente al floorwork e alla ricerca sia di improvvisazione che di composizione coreografica.

Dal 2010 entra a far parte dalla Compagnia del Balletto di Mimma Testa lavorando con Massimiliano Volpini, coreografo e danzatore della Scala di Milano e con Cristina Menconi coreografa dei Kitonb. Nel 2013 viene scelta da Francesca La Cava direttrice del gruppo E-motion per partecipare a “I Cantieri Dell’ Immaginario” con le coreografie di Flavia Tapias e Irene K.  Dal 2014 inizia il progetto per un trio di danzatrici con la sua collega Irma Carpino e portano in scena “Figure in Blue” accompagnando  pianista Domenico Codispoti e il compositore Francesco Antonioni.
Attualmente collabora con diversi coreografi e insegna propedeutica, contemporaneo, danza classica e tip tap in diverse scuole di Roma.