Flamenco

La palabra Flamenco - saggio 2015

La palabra Flamenco – saggio 2015

Flamenco

Docente: Francisca Berton

Tutti i mercoledì e i venerdì: per orari e livelli consulta la sezione “Orari“.

Il flamenco trova con la danza la sua espressione piena: canto, musica, poesia e movimento. Manuel Ríos Ruiz definisce la danza come la forma più “rotonda”, più perfetta del flamenco: “Nella storia conosciuta del flamenco, la danza appare come un derivato del canto. Ora già la vediamo come una componente importante di un’arte senza pari. E prevediamo che sarà chiamata ad essere la sua espressione più completa. Il domani del flamenco si volgerà alla danza come stella e guida”.

Programma del corso:

Chi si avvicina al Flamenco scopre un universo estremamente ricco e complesso: non solo ritmo, canto, musica, danza. La terra, il sangue, il destino; malinconia ed azione, forza istintuale e grazia delicata, sofferenza e allegria. Un’arte viva, nata dall’incontro tra il patrimonio culturale portato con sé dalle popolazioni gitane che, provenendo dall’India e dopo aver attraversato tutta l’Europa, si stabilirono in Andalusia nel secolo XV, con la cultura andalusa e le molteplici influenze in essa contenute (il canto liturgico bizantino ed ebreo, la musica e la danza araba); un’arte che continua ad essere un laboratorio permanente in cui si mescolano elementi di culture diverse.
Il corso comprende una parte di tecnica: postura, braceos (movimento delle braccia e delle mani), zapateado (battito ritmico dei piedi), una parte di approccio al compàs (struttura ritmico/musicale): palmas (battito ritmico delle mani), e una parte di coreografia.
Le lezioni verranno completate con parti teoriche legate al compàs (ritmica), alla dinamica e al carattere dei palos, dall’uso delle palmas (battito delle mani) e del jaleo (esortazioni vocali) e saranno spesso accompagnate da musica dal vivo.

Per maggiori informazioni www.algecirasflamenco.com